Cisl Veneto presenta domani ai media il Calcolatore di Convenienza

Martedì, 21 giugno 2016

I lavoratori veneti possono trovarsi più soldi in busta paga pagando meno tasse e, in alcuni casi, ottenendo il Bonus 80 euro anche superando il tetto di reddito.
E’ l’effetto delle nuove disposizioni previste dalla Legge di Stabiltà del 2016 che offrono un sostanzioso risparmio fiscale per quei lavoratori che beneficiano di premi di risultato retribuiti in busta paga o in forma di welfare integrativo.
Per quantificarne la convenienza la Cisl del Veneto ha messo a punto un sistema online che calcola l'effettivo risparmio di cui ogni singolo lavoratore può godere. Il “calcolatore di convenienza” è una piattaforma online che attraverso l'input di alcune semplici dati (reddito, importo del premio, familiari a carico) inquadra la situazione specifica del lavoratore e quantifica l'ammontare del risparmio, oltre all'eventuale bonus di 80 euro.
“In Veneto” - commenta il segretario Onofrio Rota - “oltre un milione di lavoratori pagano tasse in più che invece potrebbero rimanere nelle loro tasche”. Infatti, se al posto dei tradizionali premi individuali venissero sfruttati i premi di risultato, i lavoratori potrebbero beneficiare delle norme di detassazione ad essi legati (tassazione fissa al 10% se retribuiti in busta paga e nulla se riconosciuti come welfare integrativo).
Per lanciare il calcolatore di convenienza è stata convocata dalla Cisl del Veneto una conferenza stampa per domani, mercoledì 22 giugno, alle ore 11.30. Alla conferenza interverranno il segretario generale Onofrio Rota e l'esperto fiscale Graziano de Munari.